Vai al contenuto

Incontro con Enrico Letta

Roma
17 Giugno 2024
18:00 - 19:00
Il video integrale dell’incontro

Evento di presentazione del Report Much More Than a Market

Roma 17 giugno 2024 h. 18.00 – 19.00
c/o Unioncamere – Sala Longhi
Piazza Sallustio, 21 – Roma

La Commissione Europea mi ha chiesto di scrivere questo rapporto, la cui redazione ha richiesto un lungo viaggio attraverso ciascuno stato membro. Un fil rouge ha legato ogni visita: tutti i giovani che ho incontrato, vogliosi di investire sull’innovazione, hanno detto lo stesso: il nostro sogno è andare negli Stati Uniti a sviluppare la nostra idea.” Enrico Letta ha aperto con queste parole l’evento di presentazione del suo rapporto circa il futuro del mercato unico europeo, che si è tenuto nella Sala Longhi di Unioncamere, alla presenza del Presidente della Fondazione Cotec, Luigi Nicolais e con la partecipazione del Segretario Generale di Unioncamere, Giuseppe Tripoli.

Cosa non funziona in Europa? La tendenza dei giovani ad espatriare e a realizzare i propri sogni altrove è il sintomo di una scarsa predisposizione all’innovazione e al rischio nell’ambito degli investimenti: non si scommette sulla crescita. In altri termini, si preferisce un approccio più conservativo nel quale è minore il grado di rischio ma è anche più limitata la possibilità di sostenere innovazioni realmente disruptive, capaci di generare una forte spinta alla crescita. Un altro problema risiede in una frammentazione interna dovuta alla pluralità linguistica europea e a 27 sistemi fiscali e diritti commerciali differenti in ciascun paese. Per questo motivo il Rapporto contiene anche la proposta di creazione di un regime amministrativo e fiscale “europeo” riconosciuto da tutti gli Stati membri, come in parte si è tentato di fare nel passato. E ciò anche per favorire gli investimenti extra-UE e la mobilità delle imprese nel mercato unico.

Il punto centrale del Rapporto consiste nella proposta di rinnovamento del mercato unico, uno strumento fondamentale nella costruzione europea che, tuttavia, richiede di essere aggiornato alla nuova situazione economica e geopolitica. La creazione di una nuova quinta libertà fondamentale, quella dell’innovazione, della conoscenza e della ricerca, è una delle proposte contenute nel Rapporto Letta, ovviamente di particolare interesse anche per la Fondazione Cotec, la cui missione istituzionale, come evidenziato nell’intervento di apertura del Presidente Luigi Nicolais, è proprio quella di favorire la crescita e la diffusione dell’innovazione. 

Nella quinta libertà c’è tutto il senso del futuro del mercato libero, che dobbiamo ancora scrivere.” ha sottolineato il Presidente dell’Istituto Jacques Delors, secondo cui investire per far crescere le strutture di ricerca, ad esempio, è un cambiamento fondamentale per l’eliminazione delle frontiere interne e decisivo per la crescita e la competitività innovativa europea. “Il futuro dell’Europa è nell’abbattimento delle frontiere e nella creazione di interconnessioni” ha proseguito, con una forza attrattiva che va anche al di là del perimetro dell’UE, come testimoniato dalla partecipazione di Norvegia, Islanda e Liechtenstein al mercato unico e alle sue regole, pur non appartenendo all’Unione Europea.

Rimani aggiornato
con la nostra newsletter

Ricevi gli ultimi aggiornamenti e approfondimenti dalla nostra Fondazione.

Facendo clic su Iscriviti, confermi di essere d'accordo con i nostri Termini e Condizioni.