Fare innovazione in campo tecnologico può voler dire molte cose. Soprattutto, i settori di applicazione sono vastissimi e scienza e ricerca ci offrono molteplici stimoli verso un unico concetto: innovare attraverso processi sempre più dinamici, con l’obiettivo di ottimizzare il consumo delle risorse.
Nel settore alimentare, l’innovazione risiede soprattutto nelle tecnologie per la conservazione degli alimenti, che oggi puntano a renderli pronti e disponibili ovunque, senza alterarne le caratteristiche organolettiche. Anzi, è proprio la difesa dell’integrità dei prodotti l’obiettivo principale di chi opera in questo settore.
L’Italia occupa senza dubbio una posizione di avanguardia nel campo del packaging alimentare. Le realtà territoriali hanno giocato in quest’ottica un ruolo determinante: la concentrazione di know-how e competenze a livello locale ha contribuito in questi anni a generare un tessuto industriale fertile, che della ricerca e dell’innovazione ha fatto un motore primario di sviluppo e crescita.
Non fa eccezione l’area del modenese, che, pur storicamente legata all’industria automobilistica, ha saputo far fruttare le competenze di alto livello presenti sul territorio, specie a livello scientifico e ingegneristico, al servizio di un settore in costante sviluppo, quello dei sistemi di confezionamento alimentare.
In questo contesto si è insediato il Centro di Ricerca e Sviluppo di Tetra Pak, la cui esperienza insegna quale ruolo fondamentale possa giocare la ricerca per ottenere prodotti innovativi nel campo del packaging alimentare.
Innovare in questo settore significa concepire nuove tecnologie per un ampio spettro di prodotti: si va dalla progettazione e lo sviluppo di macchine confezionatrici, ai contenitori fino ai sistemi d’apertura. Il tema della conservazione dei prodotti alimentari è, infatti, fra i più sentiti fra i consumatori, che richiedono soluzioni sempre più pratiche e sicure senza rinunciare alla qualità degli alimenti.
Un classico, ma più che mai significativo esempio, è quello del confezionamento asettico per prodotti UHT (Ultra High Temperature processing) – introdotto proprio dalla svedese Tetra Pak in Italia negli anni ’60 – che riguarda la distribuzione su larga scala di alimenti primari come il latte. La ricerca sul trattamento termico dei liquidi alimentari e sulle tecnologie di sterilizzazione della confezione ha permesso di concepire soluzioni che ad oggi permettono un più agevole consumo, preservando intatte le caratteristiche organolettiche e la qualità dei prodotti alimentari.
Ampliare la gamma dei prodotti asettici introducendo confezioni di nuove dimensioni e forme, adattati alle caratteristiche dei vari mercati. Concepire sistemi d’apertura innovativi che aggiungano valore alle confezioni asettiche per i consumatori, facilitando l’apertura e permettendo la richiudibilità confezione. Queste sono e sono state le principali sfide d’innovazione del settore del packaging alimentare.
Il made in Italy è in grado di dare un contributo rilevante nello sviluppo di nuove tecnologie che rispondano alle esigenze dei consumatori. Lo dimostrano le esperienze di collaborazione tra mondo della ricerca e gruppi industriali, la cui sinergia è stata ed è tuttora determinante per la generazione di innovazione.
In questo senso l’esperienza del Centro di Ricerca e Sviluppo di Tetra Pak è paradigmatica. Dalla ricerca all’industrializzazione, le innovazioni generate in questi anni, considerando macchinari e contenitori nuovi, così come estensioni di prodotti esistenti, sono state davvero molte, a suggello di come il modello di concentrazione territoriale sia vincente per generare innovazione.
È d’altra parte impensabile sviluppare nuove tecnologie per i prodotti, nel settore del packaging alimentare così come in altri settori, senza generare al contempo innovazione di processo capace di accompagnare e sostenere la spinta innovativa. In quest’ottica, è opportuno ripensare il concetto di linea di confezionamento, concentrando gli sforzi verso soluzioni di processo quanto più integrate, funzionali e flessibili.
Il settore delle confezioni alimentari fonda la sua crescita sull’innovazione. Le costanti sfide di qualità e sicurezza alimentare, nonché la crescente attenzione dei consumatori verso prodotti che si adattino in modo sempre più puntuale alle esigenze e agli stili di vita, rendono la ricerca ed il conseguente concepimento di idee innovative fondamentali per lo sviluppo. Ricerca e industrializzazione devono dunque stare sempre più a stretto contatto: solo così potremo continuare a produrre soluzioni innovative.

Paolo Benedetti, Technology Officer di Tetra Pak Packaging Solutions