Il 20 novembre la Fondazione Cotec ha riunito presso l’Università degli Studi di Salerno una sua rappresentanza accademica ed alcune aziende del Gruppo Finmeccanica quali Alenia Aeronautica, Ansaldo Breda, Ansaldo Energia, CRIS Ansaldo e Selex Galileo al fine di valutare se nel portafoglio di conoscenze tecnologiche dell’università vi fossero competenze ed attività di ricerca in corso su tematiche di interesse specifico presentate dalle stesse aziende.

L’iniziativa rientra nell’ambito del Progetto A.P.I. (Academic Patent Industrialisation) il cui obiettivo è quello di valorizzare ed incentivare la cultura del brevetto e quindi l’istituto della Proprietà Intellettuale all’interno del mondo accademico come leva strategica per lo sviluppo della competitività del nostro Paese. Creando un sistema di monitoraggio e supportando lo start-up di nuove imprese in ambito universitario ma soprattutto stimolando gli spin-in verso la grande impresa, il Progetto fornisce, in tal modo, un approccio diretto ed una prospettiva pratica per realizzare un efficace e strutturato processo di trasferimento della tecnologia.

L’incontro tra i tecnici aziendali e l’Università di Salerno è stato il primo di una serie di meeting specifici che sanciranno una collaborazione continuativa tra la Fondazione, l’Università e le imprese. Materiali compositi e compositi ibridi, processi innovativi di saldatura, leghe metalliche innovative e caldaie solari sono stati alcuni degli argomenti di interesse emersi nella discussione.

L’iniziativa, che ha avuto un riscontro molto positivo sia dal settore universitario che da quello aziendale sarà ripetuta in altre università italiane secondo un’agenda strutturata di incontri.

Per approfondimenti consulta anche: