La cultura e la tecnologia in ambito europeo sono i temi del XV Simposio Cotec Europa in corso oggi a Braga, in Portogallo.
Al meeting dedicato all’integrazione europea sono presenti i capi di Stato di Italia, Spagna e Portogallo.
Oltre 200 i partecipanti, leader di imprese, rappresentanti di istituzioni e organizzazioni culturali dei tre Paesi. Dall’Italia, il presidente di AlmavivA Alberto Tripi.

“Mentre è in gioco il destino dell’Europa, appare più che mai necessario avere il coraggio di guardare al futuro, di immaginare come la cultura possa costituire un veicolo di pace”, ha detto il Presidente Sergio Mattarella. “Consideriamo da sempre, la cultura un motore di crescita, ricerca e sviluppo. Ritengo sia impossibile riflettere sull’ avvenire dell’umanità senza immaginarlo collegato al mondo dell’innovazione e della tecnologia. Un avvenire in cui la tecnologia e l’innovazione non siano solo al servizio di sistemi di armamento sempre più distruttivi ma siano indirizzati al progresso dell’umanità. Innovazione e tecnologia sono due elementi che guidano prepotentemente questa fase delle nostre vite e credo che, se adeguatamente governati, potranno fungere da moltiplicatori di conoscenza e volano di crescita”.

La Fondazione Cotec Italia, a cui AlmavivA ha aderito lo scorso marzo, promuove attività, ricerca e formazione nel campo dell’innovazione, con l’obiettivo di rafforzare la competitività tecnologica e scientifica del Paese. Assieme alla Fundación Cotec di Spagna e all’Associação Cotec del Portogallo, collaborazione costante nel segno della comune vocazione mediterranea, contribuisce a guidare le politiche di ricerca e innovazione dell’Unione Europea.

Per leggere l’articolo clicca qui (Fonte AlmavivA)