convegno_25_1_smaller1Il 25 gennaio 2006 si è svolto a Roma, presso Palazzo Corsini, il seminario a porte chiuse della Fondazione Cotec sul tema “Le scelte tecnologiche dell’Italia: Priorità, Strumenti, Attori”. All’iniziativa, presieduta dal Direttore generale della Fondazione Cotec, Riccardo Viale, sono intervenuti esponenti del Governo, esperti di Innovazione e rappresentanti delle principali imprese italiane. Dopo la sintesi del Secondo rapporto “Le priorità nazionali della ricerca industriale” della Fondazione Rosselli, presentata da Claudio Roveda, si sono succeduti gli interventi di Umberto Rosa, in rappresentanza di Confindustria sul tema “Le strategie della ricerca industriale” e di Pietro Moncada Paternò Castello che ha illustrato “Lo scoreboard 2005 degli investimenti in R&S industriale in Europa ed in Italia” elaborato dall’IPTS. Cristina Leone ha invece presentato il “Cotec position paper sul VII Programma Quadro europeo per la Ricerca”. Fra i dati più sorprendenti portati all’attenzione dei presenti è emerso che gli investimenti in R&S nel 2004 sono cresciuti mediamente – a livello mondiale -del 5% segnando un ulteriore scostamento tra la crescita della ricerca industriale europea, che si attesta allo 0,7% e quella degli altri paesi industrializzati che ha fatto registrare un tasso di incremento del 6,9%. L’Italia è il 7° paese dell’UE per volume di investimenti in ricerca industriale. Rispetto alle risorse fornite all’Unione Europea per la ricerca, il saldo dei finanziamenti rientrati durante il VI Programma Quadro nel nostro Paese è negativo (-35%). Se la performance di attrazione delle risorse europee dovesse rimanere inalterata, con la ridefinizione dei temi di ricerca proposta dalla Commissione per il nuovo programma quadro, tale dato, pur mantenendosi negativo, dovrebbe migliorare fino a raggiungere quota -25%. Si tratta di un’indicazione che deve spingere a riflettere sulle modalità di partecipazione dell’Italia alla ricerca europea e a definire con sempre maggiore oggettività quali siano le aree su cui puntare per eccellere nell’arena competitiva globale. Tale obiettivo costituirà l’agenda di lavoro della Commissione permanente sulle priorità tecnologiche della Fondazione Cotec, che continuerà il dialogo tra Imprese, Centri di Ricerca pubblici e privati, Università ed Istituzioni.

Documenti allegati:

Per approfondimenti:

VII Programma Quadro