Sviluppare soluzioni informatiche a supporto della logistica significa dedicarsi a un settore in costante crescita, pari a circa il 4% annuo a livello mondiale, e la cui rilevanza nella catena produttiva non fa che consolidarsi. Ad oggi, le attività di movimentazione e logistica costituiscono in media oltre il 10% del costo dei prodotti finiti. Un settore strategico, dunque, e uno dei terreni sui quali le economie sono chiamate a mettere alla prova il loro grado di competitività. In questo contesto, venire incontro alle esigenze delle imprese progettando prodotti e servizi che consentano di gestire l’intero flusso logistico, secondo il paradigma del cosiddetto order fulfillment, è una delle priorità di innovazione, in particolar modo per le realtà più giovani.
Per fare ciò, pare indispensabile disporre di un bagaglio di competenze tecnologiche costantemente aggiornato, requisito in assenza del quale è infatti attualmente impensabile concepire nuove soluzioni di gestione dell’attività logistica. Una prima componente chiave è senza dubbio la tecnologia web, garanzia di interoperabilità tra sistemi e di interfaccia in tempo reale con vettori e fornitori, partner strategici del flusso logistico. Dal punto di vista hardware, è d’altra parte impossibile non considerare le applicazioni RFID (acronimo di Radio Frequency Identification), le quali consentono di mappare qualsiasi prodotto in transito nei confini aziendali: un sistema di identificazione a distanza attivato mediante la lettura di tag, o etichette, contenenti tutte le informazioni relative al prodotto che siano utili alla gestione del flusso logistico. Una tecnologia che vivrà di un nuovo impulso grazie alla liberalizzazione delle frequenze UHF (acronimo di Ultra-High Frequency), finora relegate ad ambiti militari, le quali permetteranno di allargare il campo di applicazione di diversi metri. Con il vantaggio, ad esempio, di poter reperire un prodotto in un area decisamente più estesa rispetto a quella attuale.
Non esiste innovazione tecnologica senza ricerca. Da questo punto di vista, l’approccio di Beantech è stato ed è tuttora quello di alimentare una stretta collaborazione con il mondo universitario, spesso e volentieri pregno di conoscenze da tradurre in nuove applicazioni. Tentando di gestire, attraverso l’esperienza, le ben note differenze culturali esistenti tra l’universo accademico e quello delle imprese.
Proprio mediante l’attività di collaborazione con l’Università di Udine ha visto la luce una suite di prodotti orientati all’ottimizzazione dei carichi e dei flussi logistici. Due applicazioni informatiche che sfruttano i più avanzati strumenti di ricerca operativa, quali le tecniche euristiche basate sulla ricerca locale. La prima, Beanpack, è nata con l’obiettivo di razionalizzare i costi legati alla spedizione di merci effettuate in ambito aziendale, permettendo di individuare la migliore disposizione possibile dei colli all’interno di un container in modo da minimizzare gli spazi vuoti. Ricevendo in input le dimensioni dei colli da spedire, la parte di peso sovrapponibile e gli eventuali vincoli di rotazione, nonché le dimensioni del container, il sistema è in grado in pochi instanti, mediante l’implementazione di un algoritmo euristico, di indicare l’ordine di caricamento dei colli e la relativa disposizione nel container.
Le tecniche euristiche sono analogamente alla base del funzionamento di Beanpath, prodotto orientato all’ottimizzazione dei costi di trasporto attraverso la risoluzione del cosiddetto vehicle-routing problem: considerando come vincolo le date e i luoghi di consegna prefissati, il sistema è in grado di individuare il percorso che prevede il costo minimo (il prossimo rilascio utilizzerà la tecnologia Google Maps).
Mantenere una certa trasversalità rispetto alle tecnologie e alle competenze a disposizione (pensiamo alla commistione tra informatica e matematica negli esempi citati) permette di interpretare al meglio le esigenze del mercato. Ciò è ancor più vero in un settore, quello della logistica e della movimentazione delle merci, tuttora in forte espansione. Un ambito comune a realtà aziendali operanti in realtà anche molto diverse tra loro, che per questo necessitano soluzioni su misura, che comprendano quanto di più avanzato possano offrire le attuali tecnologie.

Fabiano Benedetti, Presidente di Beantech Srl


scarica pdf