E’ stato presentato il 28 marzo, presso il Ministero degli Affari Esteri, nella Sala Aldo Moro, il Rapporto 2011 sull’Innovazione curato dalla Fondazione COTEC con il contributo della Fondazione Monte Paschi di Siena e di Finmeccanica.

L’incontro di presentazione, al quale hanno partecipato esponenti del mondo delle istituzioni, della ricerca e delle imprese, è stato caratterizzato da una tavola rotonda nella quale i principali attori del sistema dell’innovazione in Italia confronteranno le proprie testimonianze e punti di vista in merito alle problematiche dello sviluppo tecnologico del Paese.

La Fondazione COTEC realizza annualmente il Rapporto sull’Innovazione, volto ad analizzare lo stato della ricerca e dell’innovazione nel nostro Paese mediante un confronto con i principali paesi industrializzati. Si tratta di un lavoro che, organizzando dati ufficiali ed evidenze empiriche sul modello dei principali handbook internazionali, si propone di verificare il posizionamento dell’Italia all’interno della dimensione scientifico-tecnologica della competizione globale in modo da porre le basi per l’elaborazione di proposte coerenti e mirate di politiche per l’innovazione.Giunto alla sua quinta edizione, il Rapporto raccoglie le più aggiornate statistiche sull’innovazione divulgate dalle fonti più autorevoli (tra le quali OCSE, Eurostat e Istat), sia rispetto ai principali fattori abilitanti l’innovazione, sia secondo tre filoni tematici, quali l’impegno in ricerca e innovazione prodotto dalle imprese, il sistema dell’istruzione e della formazione e il ruolo del settore pubblico a sostegno dell’innovazione e della competitività tecnologica. Il Rapporto presenta questa oramai consolidata struttura, che consente di analizzare tendenze di medio-lungo termine, limitando gli effetti statistici delle dinamiche puramente congiunturali.

Completano l’analisi dei dati statistici alcune considerazioni riguardo le politiche pubbliche per Ricerca & Innovazione attuate dalla Commissione Europea, dal governo nazionale e dai governi di alcune regioni (Piemonte, Bolzano Alto Adige, Calabria) differenti per capacità innovativa, struttura socio economica, tipoligia di approccio e strumenti adottati.

Vengono infine proposte alcune riflessioni, elaborate da COTEC, riguardo il ruolo dei Centri per Ricerca & Innovazione e le modalità e gli strumenti per promuovere la collaborazione fra strutture di ricerca e imprese, in particolare quelle di piccole dimensioni, a fini di sviluppo di innovazioni tecnologiche.