“L’innovazione digitale è un terreno fondamentale, nella società complessa di oggi, per dare efficacia più puntuale alle politiche pubbliche e, insieme, individuare i bisogni autentici dei cittadini.
La tempestività nell’assunzione e nell’esecuzione delle decisioni di governo diventa sempre più essenziale; e la dimensione digitale appare fondamentale in questa direzione. Si tratta di sincronizzare la rapidità del propagarsi e consolidarsi delle innovazioni più radicali nei comportamenti quotidiani con la capacità di risposta delle pubbliche amministrazioni al cambiamento. È uno dei divari presenti nelle società che va colmato.” Sono queste le parole di invito che il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, rivolge alle Istituzioni, durante il XIII Simposio COTEC Europa “PA 4.0: Rethinking the Public Administration for a Digital World”, dello scorso 7 maggio svolto nella splendida cornice del Teatro San Carlo di Napoli.

Questo anno infatti, il Simposio COTEC Europa, l’incontro annuale istituzionale tra le Fondazioni per l’Innovazione COTEC d’Italia, Portogallo e Spagna, aveva come tema centrale l’evoluzione del ruolo e dell’assetto strategico della Pubblica Amministrazione alla luce dell’introduzione e della diffusione delle nuove tecnologie digitali.

Oltre 600 tra leader aziendali e del mondo della ricerca ed esponenti delle istituzioni dei tre Paesi si sono incontrati per delineare azioni comuni sui temi della politica dell’innovazione e attivare iniziative specifiche di collaborazione. Un’occasione importante per rilanciare il tema dell’innovazione nella Pubblica Amministrazione in un periodo di grande rivoluzione industriale-tecnologica e di forte cambiamento. In un simile contesto è sempre più urgente permettere ai cittadini di gestire on line i rapporti con la Pubblica Amministrazione e l’accesso ai servizi pubblici.

I cittadini, oltre le Pubbliche Amministrazioni, sono gli altri protagonisti importanti di questo scenario di innovazione. Prosegue il Presidente Mattarella: “Va ricordato che il successo della trasformazione dipende in parte dai cittadini. La mancanza di alfabetizzazione digitale porta a diffidenza o a resistenza verso le novità tecnologiche, e a volte, ritarda la possibilità di migliorare la qualità della vita mediante l’uso dei servizi digitali già disponibili, evitando o eliminando tempi di accesso e di attesa agli sportelli.” Così il Presidente Mattarella evidenzia la grande responsabilità, sotto il profilo etico, che hanno le Pubbliche Amministrazioni nei confronti dei cittadini, “L’inclusività è uno degli scopi che debbono caratterizzare l’attivazione delle nuove tecnologie, con servizi il più possibile intuitivi e lo sviluppo di applicazioni facili e immediate”.

Anche il Presidente della Fondazione COTEC Italia, il Prof. Luigi Nicolais, evidenzia l’importanza della digitalizzazione della Pubblica Amministrazione affermando che “noi tutti sappiamo che non può esserci né sviluppo né crescita se non c’è il riconoscimento valoriale e l’ammodernamento funzionale della Pubblica Amministrazione.
Solo un’innovazione radicale capace di investire la parte istituzionale, organizzativa e culturale della Pubblica Amministrazione potrà rimettere in moto l’economia. Per questo riteniamo che sia sfidante raggiungere in tempi rapidi uno standard europeo per la qualità prestazionale e tecnologica dei principali servizi pubblici.”

L’evento è stato realizzato con il sostegno di: Eni, Intesa Sanpaolo, Leonardo, Poste Italiane, TIM e UniCredit in collaborazione con Agi Agenzia Italia, Enel Foundation, Regione Campania e Sviluppo Campania.

  • Programma
  • clicca qui per l’intervista del Presidente della Fondazione COTEC Italia, Luigi Nicolais

Discorsi:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*